23 settembre 2017

Recensione 'Scrivere è un mestiere pericoloso' (Vani Serie #2) - Alice Basso

Buongiorno carissimissimi,
oggi vi propongo la recensione del secondo libro di questa acclamata serie italiana il cui primo libro è stato... Be', una bomba. Una stupefacente, colorata, bellissima bomba.
Motivo per cui non potevo aspettare troppo prima di giungere a leggere il secondo libro ed oggi siamo qui a parlarne un po' *^*

Trama


La sua nuova sfida è creare un ricettario dalle memorie di un'anziana cuoca. Un'impresa ardua, quasi impossibile. Perché Vani non ha mai preso una padella in mano, e non le è chiarissimo il significato di parole come scalogno o topinambur. Ma inaspettatamente, mentre esegue l'incarico con il conforto morale di un gourmet come il commissario Berganza, una rivelazione cattura il suo interesse: la cuoca confessa un delitto. Un delitto che riguarda una delle famiglie più in vista di Torino, e che per la cronaca ha un altro colpevole. Berganza abbandona i fornelli per indagare, e adesso è lui ad aver bisogno di Vani, del suo dono che le permette di osservare le persone e scoprirne i segreti più nascosti. Eppure la strada che porta alla verità è lunga e tortuosa. A volte la vita assomiglia a un giallo, piena di falsi indizi: solo l'intuito di Vani può smascherarli.











La serie è composta da...
1. L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome (recensione)
2. Scrivere è un mestiere pericoloso
3. Non ditelo allo scrittore
4. ancora inedito
5. ancora inedito 

Inter(re)view*:

Carissima, che piacere rivederti!

Alice: Piacere mio. Essere (di nuovo) qui così spesso è strano, ma in fondo che qualcuno legga così velocemente i miei libri non può che rendermi felice.

E effettivamente i suoi libri sono sempre in grado di strappare un sorriso anche a me, ma non voglio sprecare il suo tempo visto che ha altri due volumi da completare, indi per cui direi di cominciare!

Alice: Ma a me, guardi, fa sempre piacere, comunque visto che è partita così, in quarta, non sarò certo io a fermarla...

Infatti, non deve. Cominciamo!

Alice: Urca, che entusiasmo... *si guarda intorno perplessa, in cerca di aiuto*

Si concentri, suvvia, abbiamo tante cose da dirci ormai.

20 settembre 2017

Recensione 'Di Nuovo Con Te' (Thunder Road Series #3) - Katie McGarry

EHI EHI, QUESTA E' LA CENTESIMA RECENSIONE, HURRAAAAAY!

Diciamoci la verità: ormai è talmente scontato che io recensisca un libro di Katie McGarry che non stupisce proprio più nessuno.

Buongiornissimo ragazzi,
oggi - come avete intuito - parleremo di nuovo con una delle mie autrici romance preferite: Katie McGarry. Nella fattispecie parleremo dell'ultima uscita della sua Thunder Road Series, per cuuuuuui procediamo ^^


"Violet sa esattamente qual è il suo posto nel motoclub del Reign of Terror: come tutte le donne, deve starsene in disparte e lasciare che siano gli uomini a risolvere qualsiasi tipo di problema. Quando suo padre viene ucciso, però, si rende conto che se vuole proteggere se stessa e il fratellino deve prendere le redini della propria vita e tagliare i ponti con tutti, compreso Chevy, il ragazzo con cui è cresciuta e di cui è innamorata. Ma nel momento in cui un clan rivale la ricatta, minacciando di rivelare vecchi segreti che potrebbero danneggiare le persone che le sono più care, tutte le sue certezze si sgretolano. Violet è costretta così a mettere in discussione quello che era convinta di sapere sul conto del padre, del Terror, di Chevy e soprattutto ciò che lei ha sempre sognato. Il che comporta dare un nuovo significato a parole come famiglia, lealtà, amore, amicizia, perdono... E trovare dentro di sé la forza per diventare la persona che salverà tutti loro."









Copertina Originale:


(Eh niente, quella americana è stupendissima. E detto ciò, be', addio. Anche quella italiana è carina, si si, dai, bla bla)

La serie è composta da...
1. Ovunque Con Te (recensione)
2. Per Sempre Con Te (recensione)
3. Di Nuovo Con Te

Inter(re)view*:

Ciao carissima, è tanto che non ci si vede ne?

Katie: Neanche tanto... Ho come l'impressione che tu abbia una sorta di dipendenza da me, non tanto dai miei libri. Cioè ciclicamente senti il bisogno di rompermi le pal... Ehm, be', di recensire un mio nuovo libro e quindi di coinvolgermi di conseguenza ancora una volta.

Boh! Non lo scopriremo mai! Muahahah.
Detto ciò cominciamo a parlare molto brevemente della tua ultima creaturina di questa serie (ma non temere che ci rivedremo molto presto per tornare alla tua serie principale *risata malefica*).

Katie: Oddio, sul serio? Cioè tu mi perseguiti...

Non è colpa mia se per 6 mesi non leggo niente di tuo e nel mentre escono 3 tuoi nuovi libri! E poi dovresti essere felice che ci sia qualcuno che costantemente e felicemente compra ogni cosa che scrivi u.u .

Katie: Pf. Si, diciamo che di quello sono felice... E' andare e venire dall'Italia che mi infastidisce leggermente... Comunque dai, andiamo avanti: di cosa vuoi parlare?

Iniziamo - come al solito - da una piccola premessa generale sulla trama...

18 settembre 2017

Non Solo Libri: Due Serie TV di cui NECESSITO di parlarvi.

Buongiorgissimo ragazzi,
oggi vi devo assolutamente parlare di due serie tv che ho finito recentemente (una settimana fa e ieri per essere precisi ahah) e questo post è semplicemente il mio spazio di sfogo in cui vi parlerò a ruota libera di tutte le meraviglie di queste opere, che mi hanno totalmente conquistata e delle quali - perciò - non posso esimermi dal parlare.

Due serie totalmente diverse e splendide in modi diversi. Detto ciò, andiamo a sproloquiare a random *^*!

- Breaking Bad





Walter White è un professore di chimica di Albuquerque. Vive con la moglie Skyler, incinta della loro secondogenita, e il figlio Walter "Flynn" Junior, affetto da una paralisi cerebrale, un disturbo che gli causa problemi di linguaggio e lo costringe a servirsi di stampelle per muoversi. Alla soglia del compimento dei cinquant'anni, Walter è costretto a svolgere un secondo lavoro come dipendente di un autolavaggio, per far fronte alle difficoltà economiche della famiglia. A tutto questo si aggiunge il profondo senso di insoddisfazione di Walter, che deve sopportare le angherie del suo titolare, dei suoi amici e familiari, i quali lo vedono come un uomo debole e remissivo. In particolare suo cognato Hank, agente della DEA, con cui peraltro ha un buon rapporto, non perde occasione per mettere a confronto la sua vita avventurosa con quella di Walter, totalmente priva di soddisfazioni.
Quando a Walter viene diagnosticato un cancro ai polmoni, i suoi problemi sembrano precipitare. Tuttavia, in seguito al casuale incontro con Jesse Pinkman, un suo ex studente diventato uno spacciatore di poco conto, Walter decide di cucinare i cristalli di metanfetamina. Il prodotto di Walter si rivela però di qualità nettamente superiore rispetto alla concorrenza, con una purezza del 99,1%, derivante dalle sue conoscenze chimiche. Decide quindi di sfruttare le sue capacità per prendere il controllo del mercato della droga.

Riconoscimenti..
La serie ha vinto numerosissimi premi tra cui 15 Emmys, 2 Golden Globes, 6 WGA Awards, 5 Satellite Awards e molti altri per un totale di 52 premi.


Il mio pensiero molto disordinatamente...
Allora, ho iniziato questa serie quasi per gioco, perchè sentirsi dire "si, questa è una delle serie televisive migliori degli ultimi anni insieme a Lost" non è un'affermazione da poco, considerando che ho giornalmente a che fare con un essere umano che stravede letteralmente per Lost e che ai suoi tempi (quando ancora ancora lo davano in lunedi sera in tv, sigh, che nostalgia) mi obbligava a guardarlo in televisione.

Quindi non è che mi aspettassi chissà cosa, perchè si sa che un paragone con Lost è sempre un paragone un po' forzato, ma in realtà MI SBAGLIAVO COMPLETAMENTE. Cioè questa serie è - e non mi sento di esagerare a dirlo - un capolavoro.



17 settembre 2017

Classicheggiando (#5): Tre classici letti al volo prima della scuola

'Classicheggiando' è una rubrica a cadenza casuale (direi scolastica in realtà ahah) in cui la sottoscritta, Rainy, si propone di chiacchierare un po' su classici della letteratura mondiale dando un parere totalmente soggettivo e senza pretendere di fare di questi post una critica letteraria. Per non perdere la buona abitudine di leggere i classici così come sono, insomma!

Buongiornissimo,
oggi parliamo mooolto rapidamente di tre piccoli libricini che ho divorato prima di iniziare la scuola (in quanto letture obbligatorie, si, ma non vogliatemene solo perchè non sono un'intellettuale di mio) .

Oggi, di nuovo, parliamo di letteratura europea e nella fattispecie di due libri inglesi e un caro libro nostrano.

Senza indugio partiamo dal primissimo (e anche dal più breve), che in realtà non è un vero e proprio libro, ma una raccolta di racconti.

01. Tutti i racconti - Edgar Allan Poe

"Non c'è racconto degno di questo nome se dalla prima parola non suscita l'interesse del lettore che deve giungere all'ultima riga per comprendere la soluzione finale", scriveva Baudelaire. Tutte le opere di Poe presenti in questa raccolta possiedono una simile caratteristica: il lettore che, anche solo per caso, si lasci attirare dalla prima parola, non può più tirarsi indietro ed è costretto a proseguire. In questo volume è raccolta la migliore produzione di Poe, da Ligeia a La maschera della Morte Rossa, da I delitti della via Morgue a Lo Scarabeo d'oro. Nei suoi racconti l'analisi e il ragionamenti si fondono con l'immaginazione visionaria, creando capolavori indimenticabili nei quali l'incubo s'allea col delitto, l'amore con la morte.








Questo libro andrebbe letto perchè...

Perchè la scrittura di Poe, se siete amanti del genere, è semplicemente spettacolare. Cupa, macabra, inquietante (e di certo già celebre ai più), un capolavoro della letteratura del terrore.

Questo libro andrebbe evitato perchè...

Be', per farla breve, se siete facilmente impressionabili non vi garantisco che riusciate a fare sonni tranquilli c:


Verdetto: Letto o Evitato?
ASSOLUTAMENTE LETTO!






02. La Coscienza di Zeno - Italo Svevo


Il protagonista de La coscienza di Zeno è Zeno Cosini, un ricco triestino che per liberarsi dal vizio del fumo si sottopone a una cura psicanalitica che consiste nel mettere per iscritto la propria vita. In una breve Prefazione il dottore presenta la sua decisione di pubblicare le memorie di Svevo. Nel successivo Preambolo la parola passa a Zeno, che ci dice di non poter recuperare la sua infanzia, ormai troppo lontana nella memoria.
Il capitolo Il fumo è dedicato al famoso proposito dell’ultima sigaretta, che Zeno non riesce mai a mettere in pratica, perché ogni volta che si impone di smettere di fumare fallisce per i sotterfugi che egli stesso mette in pratica. Nel capitolo La morte di mio padre invece Zeno torna indietro alla sua giovinezza e al difficile rapporto col padre che, in punto di morte, gli dà uno schiaffo (che poteva anche essere una carezza), che Zeno interpreta come ultima punizione e sberleffo del padre nei suoi confronti. Nel capitolo La storia del mio matrimonio si parla della frequentazione di Zeno con la famiglia Malfenti e le quattro sorelle Ada, Augusta, Alberta e Anna. Zeno è innamorato della bellissima Ada, ma l’impossibilità di questo amore lo induce a ripiegare verso Alberta e infine, quasi senza rendersene conto, verso la meno bella Augusta, che però si rivela una moglie modello, dotata di quella concretezza e quella salute di cui Zeno si sente privo. Questo tormento continuo porta Zeno, marito felice, a instaurare un rapporto clandestino con Carla, di cui si racconta nel capitolo La moglie e l’amante. 
Nel capitolo Storia di un’associazione commerciale Zeno ci conduce all’interno del suo mondo lavorativo e ci racconta il suo rapporto con Guido Speier, marito di Ada, la cui abilità nel lavoro e la cui fortuna in tutte le cose della vita fanno da contraltare ai continui fallimenti di Zeno. Tuttavia Guido si rivelerà alla fine più fragile di quello che sembrava e le improvvise difficoltà lo porteranno al suicidio.
Nell’ultimo capitolo, Psico-analisi, la narrazione torna al presente e Zeno annuncia la sua decisione di abbandonare la cura, criticando il metodo psicanalitico del medico e dichiarando di essere guarito dalla sua malattia grazie a una serie di successi commerciali favoriti dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale.


12 settembre 2017

TBR: Settembre 2017



Hellou ragassuoli,
come va? E' un po' che non ci si sente, nee? Ormai - sigh - è settembre e si ricomincia con la nostra routine: scuola, università, lavoro (anche per i più tardivi) e ultimi giorni di relax ç.ç .

Detto ciò oggi siamo qui per concentrarci sulle favolosissime nuove uscite che vedremo in questo mese c:


- USCITE NOSTRANE -

01. The Legend of Zelda. L'arte di una leggenda 

Il volume contiene oltre 400 pagine ricche di illustrazioni dedicate alla ormai trentennale storia della serie, incluso un approfondimento su The Legend of Zelda. Breath of the Wild, il nuovo videogioco per console Nintendo Switch che ha già ottenuto grande successo.
Un focus particolare è dedicato a interviste esclusive con i membri del team di sviluppo dei giochi, lo studio originale dei personaggi, artwork inediti e molto altro – con uno sguardo nostalgico al passato e uno trepidante d’attesa verso il futuro.

DATA DI USCITA: 7 settembre











02. L'assassinio di Socrate - Macors Chicot

Le parole del dio Apollo sul suo amico Socrate, il più sapiente di tutti gli uomini, non erano mutate.
“La sua morte sarà violenta…”
Cherefonte iniziò a piangere.
“La sua morte sarà violenta, per mano dell’uomo dallo sguardo chiaro”.
Un gruppo di spartani gli passò accanto, notando con disprezzo le sue lacrime. Lui scrutò uno a uno i loro volti, ma avevano tutti gli occhi scuri. L’ateniese si lasciò alle spalle il tesoro dei Sifni e scese di corsa il ripido pendio della via sacra.
Doveva trovare “l’uomo dallo sguardo più chiaro” prima che uccidesse Socrate.

In che modo questo terribile vaticinio si in­terseca con la condanna a morte da parte del suo stesso padre di un neonato spartano, un bambino dagli occhi quasi trasparenti?
Mentre la guerra tra Atene e Sparta insan­guina la Grecia, i destini di uomini politici, artisti e filosofi si intrecciano a quelli delle persone comuni: soldati che combattono fino allo stremo delle forze, madri che lot­tano per difendere i propri figli, giovani amanti disposti a tutto per difendere il loro amore…
Da un vero maestro del genere, autore dell’Assassinio di Pitagora, un grande thriller adrenalinico, ricco di storie nella Storia, che dipinge un vivido affresco della civiltà greca mescolando con abilità verità e finzione e ci regala personaggi indimenticabili.

DATA DI USCITA: settembre




03. Paper Prince - Erin Watt

DOPO PAPER PRINCESS E PAPER PRINCE, IN ARRIVO IL TERZO VOLUME DELLA SERIE N.1 DEL NY TIMES, CHE HA CONQUISTATO LE LETTRICI E I VERTICI DELLE CLASSIFICHE. 

ELLA RIUSCIRÀ A CONQUISTARE IL SUO LIETO FINE?

DATA DI USCITA: 5 settembre



















04. Valerian e la città dei mille pianeti - Chrisite Golden

ARRIVA IL ROMANZO UFFICIALE DI UNO DEI FILM PIÙ ATTESI DEL 2017, CON CAST STELLARE E LA REGIA DI LUC BESSON. NELLE SALE DAL 21 SETTEMBRE.

I DUE AGENTI SPECIALI VALERIAN E LAURELINE SONO INCARICATI DI MANTENERE L’ORDINE NEL VASTO UNIVERSO, IN UNO STRABILIANTE E PSICHEDELICO VIAGGIO INTERGALATTICO, TRA ALIENI E TERRE LONTANE INCONTAMINATE.

DATA DI USCITA: 5 settembre









31 agosto 2017

Recensione 'The Treatment' (The Program #2) - Suzanne Young

Buongiorno carissimi,
oggi vi propongo la recensione dell'ultimo libo che ho letto, uscito ormai un secolo fa, ma la mia proverbiale puntualità è ben nota a tutti.

Quindi senza perdere ulteriore tempo occupiamo di The Treatment ^^.

Trama


Sono passate settimane da quando Sloane è stata dimessa dal Programma, il progetto sperimentale che obbliga gli adolescenti a rischio di depressione alla rimozione dei ricordi, eppure è ancora sotto stretta osservazione. Nonostante abbia dimenticato intere parti del suo passato, il cuore l’ha spinta di nuovo tra le braccia di James, il ragazzo che ha sempre amato. In questo modo, però, ha scoperchiato una scatola che avrebbe dovuto rimanere sigillata, mettendo in pericolo la validità stessa della terapia a cui entrambi sono stati sottoposti. Ma il Programma non può permettersi di fallire e dà il via a una caccia serrata. In fuga dagli stessi uomini che li hanno internati, Sloane e James non possono fare altro che unirsi a un gruppo di ribelli che vuole scardinare l’impalcatura di segreti e bugie su cui si fonda il Programma. Riuscirci, però, è tutt’altro che semplice. Soprattutto perché l’unico indizio a disposizione è la pillola arancione che Michael Realm – il solo amico che Sloane aveva nel Programma – le ha lasciato prima di scomparire nel nulla. L’antidoto in grado di ripristinare i ricordi persi. La Cura su cui tutti vorrebbero mettere le mani. In un crescendo di inseguimenti, depistaggi e tradimenti, si conclude la storia d’amore di Sloane e James: il secondo, appassionante capitolo della serie bestseller del «New York Times».



Copertina Originale: 


(Meh, sbaglio o qua la nostra è più bella? Oh yaaaas)


La serie è composta da...
0.5. The Remedy (inedito in Italia)
0.6. The Epidemic (inedito in Italia)
1. The Program (la mia recensione)
2. The Treatment
2.5. The Recovery (solo in ebook)
3. The Adjustment (inedito in Italia)
4. The Complication (inedito in Italia)

Inter(re)view*:

Carissima, che piacere finalmente incontrarla c:

Suzanne: Oh, piacere mio! Non vedevo l'ora di avere questa conversazione e parlare della mia opera *^*

Oh, anche io in effetti sono molto ansiosa di discutere di tutte le emozioni che questo libro suscita... Positive... Molto negative... Gioia, rabbia, delusione, noia, rassegnazione, sollievo... 

Suzanne: ... Cosa? Non ho capito, scusi. La pianti di sparare parole a caso e mi spieghi bene cosa intende!

Intendo che semplicemente questo libro avrebbe potuto essere qualcosa di fenomenale, così come il primo e invece temo che... Che abbiamo mancato il bersaglio. Direi come se il bersaglio fosse stato sulla cima del Empire State Building e noi avessimo colpito esattamente sulla Tour Eiffel. 

Suzanne: Ah, wow. C'è un intero oceano di mezzo. Okay. Il tatto è una delle tue migliori qualità, eh?

Non proprio, ma l'obiettività si ed è per questo che siamo qui.

29 agosto 2017

Recensione 'L'Imprevedibile Piano della Scrittrice Senza Nome' (Vani Serie #1) - Alice Basso

Buongiornissimo cari,
oggi prendiamo in esame, finalmente, un libro del tutto italiano e del tutto inaspettato che ho divorato in due giorni. Per la gioia o per l'orrore?
Come sempre, leggere per credere (la banalità di queste frasi si sta facendo disarmante)!

Trama


Dietro un ciuffo di capelli neri e vestiti altrettanto scuri, Vani nasconde un viso da ragazzina e una innata antipatia verso il resto del mondo. Eppure proprio la vita degli altri è il suo pane quotidiano. Perché Vani ha un dono speciale: coglie l’essenza di una persona da piccoli indizi che sembrano insignificanti e riesce a mettersi nei suoi panni, e pensare e reagire come avrebbe fatto lei. Un’empatia profonda, un intuito raffinato, uno spirito di osservazione fuori dal comune sono le sue caratteristiche. E di queste caratteristiche ha fatto il suo mestiere: Vani è una ghostwriter per un’importante casa editrice. Scrive libri per altri. L’autore le consegna la sua idea, il materiale su cui documentarsi, e lei riempie le pagine delle stesse parole che lui avrebbe utilizzato. Un lavoro svolto nell’ombra. E a Vani sta bene così. Anzi, preferisce non incontrare di persona gli scrittori per cui lavora. Fino al giorno in cui il suo editore non la obbliga a fare due chiacchiere con Riccardo, autore di successo in preda a una crisi di ispirazione. I due si capiscono al volo e tra loro nasce una sintonia inaspettata fatta di citazioni tratte da Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck. Una sintonia che Vani non credeva possibile. Da tempo ha smesso di credere che potesse capitare anche a lei. Per questo sa di doversi proteggere, perché, dopo aver creato insieme un libro che diventa un fenomeno editoriale senza paragoni, Riccardo sembra essersi dimenticato di lei. E quando il destino mette in atto il suo piano imprevisto e fa incrociare di nuovo le loro strade, Vani scopre che le relazioni, come i libri, spesso nascondono retroscena insospettabili. Proprio ora che ha bisogno di tutta la sua concentrazione, di tutto il suo intuito. Un’autrice per cui sta lavorando è stata rapita e la polizia vuole la sua collaborazione. Perché c’è un commissario che ha riconosciuto il suo talento unico e sa che solo lei può entrare nella mente del sequestratore...

La serie è composta da... 
1. L'Imprevedibile Piano della Scrittrice Senza Nome
2. Scrivere è un mestiere pericoloso
3. Non ditelo allo scrittore

Inter(re)view*:

Buongiorno, onestamente? E' un piacere avere qui finalmente una scrittrice italiana e che - cavoli - ha ambientato un suo romanzo nella mia città e vive a pochi chilometri da dove vivo io. Un'immediata simpatia potremmo dire ahah!

Alice: Buongiorno e, be', la ringrazio moltissimo anche se devo dire che non mi aspettavo una recensione da un'altra cara compaesana (quasi, per pochi chilometri)!

Diciamo che il mondo è piccolo, ne?

Alice: Piccolissimo talvolta. Allora, di cosa dobbiamo chiacchierare oggi? ... Oh, ma questo è the?! Grazie mille, lo prendo volentieri anche se fuori ci sono 42°C all'ombra!

Ottimo, spero sia di suo gradimento! Detto ciò oggi dobbiamo brevemente discutere della sua prima opera che giunge in mio possesso (e direi finalmente!): L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome, l'incredibile storia di una delle protagoniste più bad-ass mai create!

Alice: Ahah, sono felice che le sia piaciuta la mia Vani. Ma direi di andare con ordine, anche perchè da un blog dove non sono molto recensiti libri italiani non mi aspetto che molte persone conoscano il mio libro.