26 dicembre 2015

Movie Time: Star Wars VII - Il risveglio della forza



Alzi la mano chi non ha sentito parlare di Star Wars VII nell'ultimo mese?

*desolato cespuglio rotolante*

Esattamente: nessuno.
Questo film è divenuto un fenomeno mondiale e l'attesa è cresciuta ogni giorno di più (anche grazie alla gigantesca campagna pubblicitaria) fino al 16 dicembre 2015. Giorno X. Giorno dell'uscita del film più atteso dell'anno nelle sale.

Questa, senza tanti preamboli, è la mia opinione c:



Rating:
3,1/5 - Mymovies.it
8,6/10 - IMDb
3,9/5 - Comingsoon.it

Sinossi (riadattato da wikipedia):
All'incirca trent'anni dopo la battaglia di Endor e la distruzione della seconda Morte Nera, Luke Skywalker, l'ultimo Jedi, è scomparso. Sia la Resistenza, una forza militare sostenuta dalla Repubblica e guidata dal generale Leia Organa, sia il sinistro Primo Ordine, nato dalla ceneri dell'Impero Galattico e guidato dal nuovo Imperatore e dal misterioso Kylo Ren, perlustrano la galassia nel tentativo di trovarlo per riportare un equilibrio tra il Bene e il Male nella galassia.


Recensione:
Alzi una mano chi, come me, ha un genitore che è vissuto nel periodo in cui Star Wars era popolare. Alt, non intendo il periodo dei nostri fratelli maggiori in cui alcuni nerd riscoprivano le vecchie glorie di questa saga di ben sei film perduta, no, intendo il periodo in cui Star Wars è uscito, il periodo dell'impero di George Lucas, ideatore di questo immenso universo. Allora? Quanti?

Ehi, vi vedo, là in fondo che alzate timidamente la mano. Io sono una di voi.
Anche voi trascinati a vedere Star Wars VII senza volere nè ricordare/conoscere alcunchè dei sei film precedenti e senza del resto avere un minimo di voglia di vederlo? Questa era la mia situazione.

E invece mi sono dovuta ampiamente ricredere.

Star Wars VII - Il risveglio della forza è un film obiettivamente lungo e complesso (2 ore piene più una ventina di minuti. Ah.) e partivo ampiamente prevenuta visti i precedenti sei film troppo vecchi per essere da pieno apprezzati da chi come me è nato decisamente dopo la loro uscita, ma in fondo mi fidavo del regista, J.J. Abrams.

Vi suona familiare? Forse avete presente il nostro Jeffrey Jacob per pellicole di "piccolo successo e scarsa importanza" quali Mission: Impossibile III e soprattutto Star Trek e Star Trek: Into Darkness. Già. Il nostro JJ ci sa fare insomma. Possiamo quasi chiamarlo JJ MAGIC.
Ah, e volete sapere una cosa ancora più divertente? E' stato indicato come regista perfetto per fare questo film sapete da chi? Da Steven Spielberg. E sti gran cazzi, insomma. 

Insomma, il nostro JJ pare perfetto per questi film fantascientifici pieni di astronavi che fanno boom boom e non si smentisce affatto.
Star Wars VII è un film incalzante, con personaggi ben delineati, numerosissimi richiami alla saga originaria e quell'atmosfera nostalgica che attanaglierà tutti i fan della saga e con essa cresciuti (dico solo che mia madre non ha smesso di sospirare un attimo ai titoli di apertura :3). Un film che vale la pena di essere visto, un film splendido che ha nel suo punto di forza i personaggi. Quali? Vediamoli brevemente...
  • Han Solo: Avanti, chi non se lo ricorda?! Il nostro Harrison Ford torna per quello che doveva essere un "piccolo cameo",ma che di fatto è una delle parti principali del film. Il nostro Ian torna invecchiato, un po' ingrigito, ma sempre carico di quella giovinezza che l'ha fatto amare da generazioni e che ha decretato - tra le altre cose - il successo della saga.
  • Rey: Una ragazza parecchio tosta (e anche parecchio insopportabile all'inizio), ma apparentemente insignificante a livelli di trama, anche se da metà film in poi BOOM si capisce che i successivi episodi riguarderanno in gran parte lei. Bitch pliz.
  • Finn: Un soldato dell'Impero. Ahi ahi, sento odor di tradimento. Un personaggio adorabile, insicuro e ingenuo che vuole solo scappare per avere indietro la sua vita, rubatagli dall'Impero. 
  • Poe Dameron: Pilota della resistenza sbruffone e strafottente che raccoglie in parte l'eredità di Han Solo (*SPOILER A SEGUIRE*), che in questo film, ahimè, lascia libero (non senza lacrime) il suo posto  da "bad boy strafottente".
  • Kylo Ren: Okay. Fermiamoci un secondo. IO. AMO. QUESTO. UOMO. Lo adoro. Sarò io che ho il "complesso del nemico" (nel senso che finisco sempre per amare i personaggi malvagi e complessati dei film, molto più dei protagonisti, ma Kylo Ren è un personaggio che non si può odiare, uno di quei cattivi che ti verrebbe da abbracciare e consolare, costretto a vivere in perenne conflitto interiore e a dover soffocare il richiamo della Luce. Si, perchè lui è il Jedi votato al lato Oscuro che guida l'esercito dell'Imperatore del Primo Ordine insieme al Generale. E' un personaggio così complesso, che si è costruito un guscio così forte per proteggersi dall'amore che i suoi genitori gli hanno dato, ma che egli ha rifiutato, deluso, da risultare impossibile da non amare. Attenzione alla sua storia personale, ben più complessa di quanto sembri. Lov lov lov.
Kylo *-*


Altri elementi del film sono poi gli adorabili robot che tornano tutti (D3B0, R2D2 ecc.) con una nuova simpaticissima aggiunta, BB-8, di proprietà dello spericolato e adorabile Poe.

Che altro dire se non consigliarvi vivamente di andarlo a vedere? Ah, ovvio, due parole sul finale: è aperto - ovviamente - e contrariamente a quanto pensassi io non è un film unico, ma ovviamente da l'inizio a quella che sarà molto probabilmente una nuova trilogia di Star Wars, tutta del nostro JJ MAGIC.

Conclusione? ANDATE ANDATE ANDATE *-*

#Rainy

PS: Rendetevi conto dell'adorabilità di BB-8 *-*


Nessun commento:

Posta un commento

Mi farebbe davvero piacere sapere cosa ne pensate :3 Lasciatemi un commentino se vi va!