17 maggio 2015

Recensione Ladri di sogni (Raven Boys #2) - Maggie Stiefvater

Buongiorno a tutti,
eccoci oggi in una nuova recensione di un libro che ho finito appena qualche giorno fa (si lo so: sto diventando fastidiosa con queste recensioni eheh) :3
Avevo adorato il primo libro, con quell'atmosfera così carica di mistero, magia e personaggi psicologicamente ben delineati, quindi da questo libro mi aspettavo altrettanto se non di più. Purtroppo le mie speranze non son state tutte corrisposte, ma andiamo con ordine... 

La serie

1. Raven Boys
2. Ladri di sogni
3. Blue Lily, Lily Blue (inedito in Italia)
4. The Raven King (uscita prevista per il 23/02/2016 in America)


Trama (potrebbero essere presenti spoiler del 1o libro)

La magica linea di prateria è stata risvegliata e la sua energia affiora. I ragazzi corvo, un gruppo di studenti della scintillante Aglionby Academy, sono sulle tracce del mitico re gallese Glendower, che dovrebbe essere nascosto nelle colline intorno alla scuola. Con loro c'è Blue, che vive in una famiglia di veggenti tutta al femminile. A lei è stato predetto più volte che quando bacerà il ragazzo di cui sarà davvero innamorata, questi morirà. Sulle prime sembra che il suo cuore batta per Adam, ma forse è Gansey quello che ama davvero... Intanto Ronan s'inoltra nei suoi sogni, da cui può uscire di tutto. Del resto è uno che ama sfidare il pericolo. Mentre il tormentato Adam, con un passato pesante alle spalle, s'inoltra sempre di più in se stesso, cercando una sua strada nella vita. Nel frattempo c'è un individuo sinistro che è anche lui sulle tracce di Glendower. Un uomo pronto a tutto. [...] Ecco il secondo libro, con la stessa fervida immaginazione, lo stesso intreccio inquietante e romantico, e le svolte mozzafiato che Maggie Stiefvater sa costruire.



Recensione
(I Raven Boys : da sinistra Adam, Gansey, Noah e Ronan)
Allora allora...
Mi avvicinavo a questo libro con le migliori intenzioni, sicura di trovare un libro che mi tenesse con il fiato sospeso come il primo. 
Ma.
Ma non è successo. O meglio, l'ho divorato in un paio di giorni comunque e in generale è un libro molto gradevole e scritto ottimamente, però è un libro inconcludente.
Molte cose cambiano rispetto al libro precedente: Ronan, che nel primo libro era solo un personaggio secondario, qua diventa quasi protagonista, perchè fin dalle prime pagine si capisce come la storia ruoterà intorno a lui e alla sua capacità di "prendere" (letteralmente) delle cose dai suoi sogni e trasportarle nel mondo reale.


Ronan & Kavinsky
Ronan è il vero protagonista del libro e si vede costretto a fare i conti con questa sua nuova abilità che rischia più volte di condannarlo a morte. Per questo stringerà amicizia con lo sregolato e pericoloso Kavinsky, nemico/amico di corse automobilistiche clandestine e di sogni, che fin dall'inizio avrà un ruolo ambiguo nella vicenda fino alla sconvolgente conclusione della sua vicenda.

Adam, dal canto suo, che era stato così tenero nel primo libro, diventa insicuro di sè e più desideroso di avere successo che mai e questo lo porta a approfondire il solco magico che si era scavato da solo risvegliando la linea di prateria nel primo libro. Il suo rapporto con Cabeswater aumenterà e diventerà, come dice lui stesso, un tutt'uno con la linea.

Gansey e Blue, come già sapevamo tutti, si avvicinano e cominciano a capire di provare qualcosa l'uno per l'altra. Sul personaggio di Gansey, in particolare, viene fatto un profondo excursus psicologico sul suo rapporto con la famiglia, con Adam e sulla sua concezione della vita.

Blue rimane la solita Blue: tosta e sicura di sè, con un odio profondo per i ricconi boriosi, in questo secondo libro sente ancora di più la differenza tra lei e i suoi ricchi amici della Aglionby che vedono la vita secondo una prospettiva a lei sconosciuta. La sua famiglia di veggenti è sempre al centro della vicenda, come in Raven Boys, e in particolare entrerà nel vivo della storia con i personaggi di Adam e Mr. Grey, spietato assassino sulle tracce di un misterioso Greywaren (leggere per saperne di più), con cui Maura - madre di Blue - avrà una storia d'amore destinata a finire male fin dall'inizio, ma che per ora rimane in sospeso...

Ma veniamo alla nota dolente: un libro inconcludente. Già. Il libro si perde in numerosissimi capitoli inutili, di aria fritta, di frasi poetiche e aforismi che sembrano proprio messi lì per occupare spazio e basta. La narrazione si perde e i reali avvenimenti del libro potrebbero essere riassunti in metà delle pagine utilizzate davvero. 
Ovviamente, però, è scritto benissimo e le riflessioni psicologiche sono mirate a far conoscere meglio i personaggi e i loro pensieri o inclinazioni, ma l'effetto è solo di rallentare la narrazione.

In definitiva consiglio il libro, perchè rimane comunque carino e gradevole, ma state pronti a leggere pagine e pagine dove di fatto non succede nulla...

Grazie mille per aver letto questa recensione, vi lascio il link al sito ufficiale dell'autrice e se cercate un po' di qua e di la troverete anche delle petizioni per portare Blue Lily, Lily Blue in Italia.

#Rainy

Sito ufficiale dell'autrice

12 commenti:

  1. Bella recensione Rainy :) Ti ho risposto sul mio blog ;) Spero che l'ultimo capitolo venga pubblicato presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, anche io lo spero con tutto il cuore...

      Elimina
  2. Recensione molto bella! Come ti ho scritto anche sul mio blog a me questi capitoli in più, dove succede poco, sono piaciuti: li ho trovati utili per entrare meglio in sintonia con la storia (non mi piacciono quelle dove succede tutto e subito).
    Non sapevo che ci fossero petizioni… davo per scontato che venisse pubblicato :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, purtroppo la serie è sospesa o solo rallentata per un po'... Speriamo che riprenda entro tempi brevi!
      Anyway de gustibus :3

      Elimina
  3. Aria fritta. ADORO! Quoto tutto. Ma a me manco il primo era piaciuto però XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che ero abbastanza incuriosita da questa serie e il primo era così misterioso... Ero piena di aspettative per il secondo, ma molte cose, come detto, si sono rivelate nient'altro che aria fritta in salmì...

      Elimina
  4. Come sai già, invece a me il libro è piaciuto molto, e credo che questo secondo volume della serie, con tutta l'analisi dei personaggi che c'è, serva solo per farli conoscere meglio prima di continuare con il proseguimento dell'avventura generale ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero che sia questo lo scopo :3

      Elimina
  5. Ciao :) Come ti ho detto, a me il libro è piaciuto molto, anche nei capitoli in cui la trama non si sviluppava, che mi sono serviti a conoscere meglio i personaggi, è inconcludente sì, ma lo sono un po' tutti i secondi libri delle serie perché secondo me questo è un libro di transizione in cui vengono approfonditi meglio i personaggi per poi continuare a sviluppare la trama ^^ Non vedo l'ora di leggere il terzo libro infatti :D
    Grazie di essere passata nel mio blog, a presto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata di qua :3 Spero che quello che dici si riveli vero con gli altri libri della serie...

      Elimina
  6. Eccomi! Grazie per essere passata/e da me! Anche io l'ho amato ed ho notato come alla fine si "concluda" poco, infatti il mio giudizio era più che altro sul fantastico modo di scrivere dell'autrice, della meravigliosa analisi e caratterizzazione dei personaggi e sull'originalità in generale della storia! Spero anch'io comunque che nel terzo e quarto le cose si sviluppino maggiormente.. anche perchè dovrà pur finire in qualche modo! XD
    Ps: mi sono aggiunta ai lettori fissi! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Ho ricambiato la gentilissima iscrizione :3)
      Menomale che non sono la sola a pensarla così! Però devo ammettere che anche io amo come scrive la Stiefvater...

      Elimina

Mi farebbe davvero piacere sapere cosa ne pensate :3 Lasciatemi un commentino se vi va!